Cultura, Patruno: «1milione di euro per la biblioteca comunale»

Cultura, Patruno: «1milione di euro per la biblioteca comunale»

Tedesco: «Alta innovazione tecnologica e multimediale»

L’assessore alla Cultura del Comune di Trinitapoli Marta Patruno ha sottoscritto questa mattina il disciplinare per il finanziamento di 1.058.060 euro per il potenziamento della Biblioteca intitolata a Monsignor Vincenzo Morra, derivanti dall’Avviso pubblico Smart-In Puglia Community Library. Il progetto presentato dalla Giunta guidata dal sindaco Francesco di Feo è stato finanziato dalla Regione Puglia e porterà ad una serie di interventi per migliorare la biblioteca comunale. «Il progetto prevede servizi che favoriranno la fruibilità, la conoscenza e l’accessibilità del patrimonio culturale con particolare riferimento a fasce d’utenza caratterizzate da disagio sociale -spiega l’assessore alla cultura Patruno-. Nella nuova biblioteca saranno previste aperture mattutine, attualmente inesistenti, e quindi ci sarà la possibilità di rivolgersi ad un pubblico diversificato rendendo disponibili il contenitore biblioteca e i suoi contenuti. Un altro importante progetto messo in cantiere dalla nostra amministrazione per la nostra città».

Ad illustrare i lavori che saranno eseguiti nei prossimi mesi, l’assessore ai Lavori Pubblici del comune Trinitapolese Giustino Tedesco: «L’intervento progettuale si propone un alto grado di innovazione tecnologica e multimediale -dice Tedesco-. Elemento cardine della progettazione è stato quello della fruibilità, conoscenza e accessibilità del bene da parte dei giovani e di fasce sociali solitamente distanti da contesti culturali e di integrazione». Soddisfatto il sindaco di Trinitapoli Francesco di Feo: «Il progetto ha come obiettivo l’incremento dell’offerta culturale e sociale per famiglie con bambini, attraverso la dotazione di attrezzature, servizi, arredi, dispositivi multimediali adatti all’infanzia. Devo fare i complimenti agli assessori Patruno e Tedesco per il lavoro in sinergia, per riuscire ad ottenere questo prezioso finanziamento per rinnovare totalmente uno dei poli culturali principali della nostra città».