Richiesta di finanziamento per rimozione di rifiuti illecitamente abbandonati

Richiesta di finanziamento per rimozione di rifiuti illecitamente abbandonati

Tedesco: «Continueremo nell’azione di controllo e sanzione dei cittadini indisciplinati»

Trinitapoli ha chiesto alla Regione un finanziamento per la rimozione dei rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche. Lo ha deliberato la Giunta comunale su proposta dell’assessore all’Ambiente, Giustino Tedesco, a fronte dei numerosi casi registrati, specie nelle zone immediatamente adiacenti al centro abitato.

Trinitapoli ha confermato a fine aprile il servizio di raccolta differenziata “porta a porta”, sia pur con le riduzioni dei turni, determinate dalle difficoltà aziendali di Sia Srl. Malgrado i controlli anche con la videosorveglianza e le multe comminate ai trasgressori, esiste però comunque il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti. «Da un recente sopralluogo del responsabile tecnico del Settore Ambiente, Vincenzo Pergola, in collaborazione col Comando di Polizia Locale – spiega Tedesco – , gli interventi per la rimozione di immondizia abbandonata illecitamente comportano una spesa preventivata di circa 50mila euro. Per questo abbiamo inteso sfruttare la possibilità offerta dalla Regione Puglia, che da aprile ha pubblicato l’avviso per la concessione di contributo per gli interventi di rimozione di rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche».

Su 50mila euro di spesa complessiva, il finanziamento regionale ammonterà a 30mila euro, con la differenza a carico del Comune. «La spesa sarà prevista nel bilancio, successivamente alla concessione del contributo – conclude Tedesco – . Frattanto continueremo nell’azione di controllo e sanzione dei cittadini indisciplinati. Sono sempre meno, ma i loro comportamenti determinano un danno ambientale ed economico alla comunità che non possiamo consentire».