Avviate le procedure di stabilizzazione del personale precario dell’ASL BT

Avviate le procedure di stabilizzazione del personale precario dell’ASL BT

73 infermieri, 16 tecnici di laboratorio e 14 di radiologia oltre a psicologi e collaboratori amministrativi

Con delibera n.1508 del 9 agosto la Asl Bt ha avviato le procedure di stabilizzazione del personale precario, così come stabilito dal D.Lgs 75/2017 (Legge Madia). Si tratta di 161 dipendenti del personale del comparto, della dirigenza medica, tecnico-professionale e infermieristica in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 20 del D.Lgs 75/2017.

Già il 19 aprile la Asl Bt aveva pubblicato un avviso per la ricognizione del personale in possesso dei requisiti per la stabilizzazione: la procedura riguarderà diverse figure professionali tra cui infermieri (73 unità), tecnici di laboratorio (16), tecnici di radiologia (14), psicologi (9), ostetrici (5) collaboratori amministrativi (4), dirigenti medici, veterinari, educatori, logopedisti, assistenti sociali.  L’avviso per la stabilizzazione è stato già pubblicato sul Burp n.110 del 23 agosto ed è stata già fatta richiesta per la pubblicazione su Gazzetta Ufficiale: le domande potranno essere inviate entro 30 giorni dalla pubblicazione su Gazzetta Ufficiale.

«Per primi nella regione Puglia abbiamo dato avvio alle procedure di stabilizzazione del personale precario – dice Alessandro Delle Donne, Direttore Generale Asl Bt – dando seguito immediato alle indicazioni ministeriali e regionali in materia. E’ stato fatto un importante lavoro di squadra che ha coinvolto tutta la direzione strategica e l’Area del personale: seguiremo le procedure tecniche di stabilizzazione per dare immediatezza a quanto avviato».

«Vogliamo dare un segnale forte a tutto il personale – continua Delle Donne – dare continuità e garanzia lavorativa nel rispetto della normativa vigente è di fondamentale importanza anche per la qualità del servizio offerto. Sarà nostra cura concludere le procedure in tempi rapidi».