Estorsione e minacce in famiglia ed evasione: due arresti a Trinitapoli

Estorsione e minacce in famiglia ed evasione: due arresti a Trinitapoli

Si tratta di un 22enne, finito nel carcere di Foggia, ed un 47enne

Giro di vite nel basso tavoliere, dove i Carabinieri della Compagnia di Cerignola, negli ultimi giorni, durante i normali servizi di pattugliamento del territorio di competenza, e nel corso di una serie di perquisizioni finalizzate alla ricerca di soggetti da sottoporre a misure restrittive emesse dall’Autorità Giudiziari, hanno arrestato sei persone.

A Trinitapoli i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato in flagranza SANTARELLA NUNZIO, cl. ’96, pregiudicato del posto. I militari, intervenuti a casa del SANTARELLA su richiesta del padre al 112, hanno sorpreso il giovane mentre con un cacciavite in mano minacciava il proprio genitore affinché gli desse del denaro, che il padre rifiutava perché occorrenti all’acquisto di stupefacente. Il giovane, bloccato, su disposizione del P.M. di turno è stato associato presso la Casa Circondariale di Foggia.

Ancora a Trinitapoli, sempre i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto poi in arresto anche SANTARELLA ROCCO, cl. ’71. L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, è stato sorpreso all’esterno della propria abitazione. Il SANTARELLA, che è stato nuovamente sottoposto ai domiciliari, risponderà del reato di evasione.