Taekwondo, BAT protagonista all’open di Muggiò: 115 medaglie vinte dalle società della sesta provincia

Taekwondo, BAT protagonista all’open di Muggiò: 115 medaglie vinte dalle società della sesta provincia

Secondo posto nel medagliere per i ragazzi della Coreanteam Trinitapoli

Dice tutto il numero complessivo di medaglie vinte, ben 115. Certifica in maniera cristallina l’ottimo bottino collezionato dagli atleti della Bat all’Italian Open Championship di Muggiò. Il prestigioso evento di taekwondo Itf, andato in scena di recente nel piccolo comune in provincia di Monza e Brianza, ha aperto la stagione sportiva 2018-2019 e chiuso l’anno solare a livello agonistico. Si sono presentati in cento nella trasferta lombarda i portacolori della sesta provincia e hanno onorato al meglio, salendo tantissime volte sul podio, la loro presenza in una competizione, quella organizzata dall’Asd Le Aquile del maestro Afrim Qokaj, che complessivamente ha potuto vantare un numero significativo di iscritti, circa 250, provenienti anche da Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna. Il successo nel medagliere finale è andato in coppia a Federico II di Svevia e Total Body Center Andria, con un totale di 62 medaglie (34 ori, 15 argenti e 13 bronzi).

taekwondo muggiò atleti dalla bat_1Molto bene si sono comportati all’open di Muggiò anche Coreanteam Trintapoli (22 medaglie; 10 ori, 4 argenti e 8 bronzi) dell’istruttore Cosimo Corea, Team Ardito Andria e Canosa (18 medaglie; 6 ori, 6 argenti ed altrettanti bronzi) del maestro Raffaele Ardito e Team Pistillo Minervino e Spinazzola (13 medaglie; 5 ori, altrettanti argenti e 3 bronzi) dell’istruttore Vincenzo Pistillo. «È stata – ha ammesso Ruggiero Lanotte, presidente della Fitsport Italia e vice presidente della federazione europea – una bellissima manifestazione, molto ben orgnizzata e caratterizzata da un livello tecnico decisamente alto. Abbiamo colto l’occasione per scovare anche qualche interessante atleta del Nord Italia che potrà tornarci utile per gli impegni internazionali. Il nostro commissario tecnico Giuseppe Lanotte, poi, ha potuto valutare lo stato di forma degli azzurri, in vista degli europei di Rimini del prossimo anno. Questa, anche a livello di collocazione nel calendario, è una parentesi agonistica da ripetere anche in futuro». «Le risposte – ha sottolineato Giuseppe Lanotte, coach del Team Italia Taekwondo Itf – sono state molto confortanti. Chiaramente c’è ancora da lavorare tanto per arrivare competitivi alla rassegna continentale del 2019: giocheremo in casa e ci teniamo tantissimo ad essere protagonisti».