Torna la “Staffetta blu per l’autismo” che in Italia, nel 2024, ha già coinvolto 14 regioni e 2mila persone. Domenica 23 giugno ci sarà anche la tappa pugliese. Una festa dell’inclusione a cui parteciperanno più di 60 ragazzi con accompagnatori. Il percorso si svolgerà al Bosco delle Pianelle a Crispiano, coadiuvato dalle guide e dai volontari del Cai Grottaglie. La manifestazione ha il patrocinio nazionale dell’Anci e prevede la partecipazione del coordinamento Angsa Puglia con la partecipazione attiva delle Angsa provinciali di Lecce, Brindisi, Bat e Bari.

La tappa in Puglia della manifestazione nazionale giunta alla sua terza edizione, si svilupperà sulla distanza dei sei chilometri nei sentieri della Riserva naturale tarantina. I partecipanti arriveranno da varie zone della Puglia, grazie al coinvolgimento attivo di diverse organizzazioni tra cui Adelfia coc. Coop., Mamma Coi odv, Il bene che ti voglio, Tourette Italia, Ass. Brindisi le antiche strade, ASD Giochiamo Insieme, Ass. Coloriamo il mondo, COOP Alleanza 3.0, Apulia tourism e food, Cai Grottaglie, e del lavoro di coinvolgimento operato dalle ANGSA pugliesi.

La giornata è dedicata all’inclusione con protagonisti l’escursionismo lento e consapevole, la capacità di avvertire la piacevolezza data dal verde della natura incontaminata, l’occasione di vivere gli spazi all’aperto con la curiosità, la consapevolezza e il rispetto verso la natura. L’organizzazione è curata dalle famiglie aderenti dalle associazioni Angsa della regione. I genitori, impegnati a costruire processi inclusivi con e per la comunità, attraverso il progetto della Staffetta Blu vogliono trasmettere un messaggio molto semplice: «Il tempo libero trascorso con gli altri rappresenta un’esperienza gradevole per ognuno, indipendentemente dalla propria condizione di vita – spiegano dall’Angsa (Associazione Nazionale Genitori Persone con Autismo – Inoltre i ragazzi e le persone che vivono la condizione autistica sono condizionati positivamente dalla percezione sensoriale degli elementi naturali. Questa esperienza già collaudata ci ha fatto notare che essa rappresenta anche un’occasione per sperimentare i propri limiti in un contesto protetto e sapientemente gestito, dove non si lascia nulla al caso».

Il sito del Bosco delle Pianelle è stato scelto perché permette percorsi accessibili e ripara dalla grande calura del periodo. L’escursione inizierà con il ritrovo alle ore 9 all’area sosta della riserva naturale. La camminata blu si snoderà percorrendo i sentieri sterrati, la comitiva visiterà alcuni luoghi caratteristici del Bosco, come il presepe, un trullo con un ampio iazzo, un inghiottitoio e l’albero dei briganti. Pranzo al sacco nell’area pic nic della Riserva.