Riconoscimento per la Casalvolley: «Distintasi per il reclutamento e l’attività agonistica svolta»

Riconoscimento per la Casalvolley: «Distintasi per il reclutamento e l’attività agonistica svolta»

La lettera giunta dal Presidente della Federazione Italiana: «Il lavoro paga sempre»

È stato il presidente della Federazione Italiana Pallavolo, Pietro Bruno Cattaneo, ad informare la società Casalvolley Trinitapoli, tramite una lettera, dell’importante riconoscimento che la Federazione ha voluto rilasciare alle società “che maggiormente si sono distinte per il reclutamento e per l’attività agonistica svolta negli ultimi anni”. 

«Il duro lavoro svolto negli ultimi anni dalla società casalina è stato oggetto di un “lungo e approfondito studio, in seguito al quale si è voluto premiare – spiegano dalla Casalvolley – il dinamismo e la costanza con cui il nostro movimento riesce a sostentarsi e ad eccellere” – Conclude il presidente federale sottolineando che, con questo premio – “la Federazione Italiana Pallavolo vuole così sottolineare la vicinanza e l’impegno verso le società di base che rappresentano la vera forza del nostro movimento».

Grande la soddisfazione del presidente della società, Alessandro Sarcina, che non nasconde l’orgoglio per questo inaspettato riconoscimento. «Gli sforzi fatti in questi anni non sono stati vani; il lavoro paga sempre. Il ringraziamento va a tutti coloro che ci sostengono senza se e senza ma, che hanno creduto nel nostro lavoro e continuano a credere in ciò che facciamo. Non è facile investire nello sport, ma chi lo fa deve sapere che finanzia un’attività che avrà un riflesso diretto nella società del futuro. Noi cerchiamo di trasmettere i nostri valori ai ragazzi che frequentano la nostra Società sportiva e, a quanto pare, anche con ottimi risultati. Rientrare tra le migliori 500 società d’Italia non è da poco, viste le migliaia di società presenti sul territorio nazionale. La pallavolo è un movimento in costante crescita in Italia ed è lo sport che vanta più tesserati; nella terra del calcio, non è un risultato da poco».