Al via la IV^ edizione della rassegna “Il maggio dei libri”

Al via la IV^ edizione della rassegna “Il maggio dei libri”

In tutto saranno 18 gli eventi tra biblioteca, scuole e Museo degli Ipogei

Parte domani la IV edizione della rassegna culturale “Il maggio dei libri”. In tutto 18 eventi che fino al termine del mese in corso verranno proposti alla città, su iniziativa dell’assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura di Marta Patruno, in collaborazione coi bibliotecari della cooperativa Lilith Med 2000, che gestisce la biblioteca comunale.

Domani pomeriggio, dalle 18.30 alle 20, in Viale Vittorio Veneto, “Libri salvati”: letture all’aperto nell’anniversario della “Notte dei cristalli”, in cui furono bruciate le opere di centinaia di autori considerati non conformi allo spirito tedesco. L’evento vedrà la partecipazione anche di tutti i volontari delle associazioni che aderiscono al Patto della Lettura, oltre ai ragazzi del progetto culturale del Servizio civile.

Fino al 31 maggio gli eventi si snoccioleranno tra la biblioteca “monsignor Vincenzo Morra”, le scuole ed il Museo degli Ipogei: qui, sabato 18 si terrà “A spasso nello spazio”, evento di intrattenimento video ludico per giovanissimi e famiglie.

Due, le mostre presso la biblioteca di Viale I Maggio. Dal 2 al 31 sarà possibile visitare “Sogni nel cassetto”, l’opera scultorea ispirata al ciclo delle fasi lunari che omaggia le affascinanti cattedrali pugliesi. È il risultato della creatività del docente Christian Loretti e delle classi I, II e III L e IV H del Liceo artistico Staffa. Dal 9 al 31 è possibile visionare “Piccoli lettori crescono”, l’installazione con parole rubate da post-it Istagram e vari social da lasciare nel grande libro dell’adolescenza, a cura del Centro di Lettura Globeglotter.

«Trinitapoli anche quest’anno raccoglie e concretizza – commenta l’assessore Patruno – la sollecitazione del Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e le Attività culturali e del Turismo, del Miur, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Ancora una volta, questa rassegna coinvolge studenti ed associazioni, occupando spazi culturali dall’alto valore formativo».