Via Foggia, Forza Italia Trinitapoli: «Mino de’ miracoli…altrui»

Via Foggia, Forza Italia Trinitapoli: «Mino de’ miracoli…altrui»

La nota: «Proviamo a fare chiarezza sull’argomento»

Riportiamo in modo completo il comunicato stampa giunto ieri sera alle 19,13 dal circolo di Trinitapoli di Forza Italia dalla mail di Andrea Minervino, che per mero errore materiale, questa mattina, aveva visto la sostituzione del partito di provenienza. Scusandoci con gli interessati ed in particolare con lo stesso Minervino, Forza Italia e di conseguenza con il Partito Democratico ecco di seguito il comunicato corretto (La redazione di Trinitapoli.News24.City):

«Il Consigliere provinciale Mino Albore di recente ha affermato che “Entro un mese sistemeremo via Foggia” facendo credere all’opinione pubblica che i lavori di sistemazione della importante arteria che collega Trinitapoli a Foggia, nel tratto di competenza della provincia BAT, fossero il risultato istantaneo della sua pressante, quanto miracolosa, azione politica in sede istituzionale. Nulla di più falso, perciò proviamo a fare chiarezza sull’argomento». Interviene così, in una nota, Forza Italia – Circolo di Trinitapoli.

«La necessità e l’urgenza di una sistemazione viaria di via Foggia, nel tratto di competenza della provincia all’uscita dall’abitato di Trinitapoli, era stata più volte portata all’attenzione della BAT già negli anni precedenti dall’allora Consigliere Provinciale Andrea Minervino. Tale richiesta veniva adeguatamente recepita dagli organi tecnici dell’ente provinciale ma non riusciva a concretizzarsi per la mancanza cronica di risorse economiche da destinare alla manutenzione delle strade.

Nei primi mesi del 2018 la BAT riusciva ad ottenere dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti un finanziamento di 356.000 euro finalizzato ad un intervento di “recupero conservativo di alcuni tratti della S.P. 6 compresi tra il Km 40 e 55”, appunto della strada in questione.

L’intervento veniva calendarizzato con inizio progettazione a giugno 2018, aggiudicazione della gara d’appalto per l’agosto successivo e inizio lavori per il seguente novembre, inizio poi slittato a giugno del 2019 (dati tratti dalla documentazione tecnico/amministrativa della provincia). Quindi, mentre l’iter amministrativo dell’opera si completava con Minervino ancora Assessore in carica, l’Albore veniva eletto consigliere provinciale nelle elezioni provinciali tenute a fine ottobre del 2018 (con i voti di Forza Italia e Fratelli d’Italia, salvo poi spernacchiare tutti e passare nella Lega di Salvini nel 2019). Conseguentemente il medesimo Albore non ha potuto esercitare materialmente nessuna influenza politica per la realizzazione dell’intervento in questione.

Comprendiamo la voglia di farsi notare di Albore per qualcosa di diverso dagli infiniti cambi di partiti politici, ma è ridicolo che si pavoneggi per un potere politico che non ha mai avuto e ancora non ha, in considerazione che la provincia BAT è senza un Presidente e che il Consiglio Provinciale si è riunito finora poche volte per deliberare il nulla, anzi per evidenziare tutte le sue contraddizioni politiche interne.

Suggeriamo una maggior cautela nelle sue esternazioni pubbliche ed istituzionali onde evitare di mentire in maniera così plateale. Se proprio vuol fare qualcosa di utile per Trinitapoli la smetta di intestarsi meriti altrui e di cambiare casacca politica in maniera così frequente in modo dare una maggiore continuità alla sua attività politica nell’ambito della provincia, dove risulta essere ancora un signor nessuno, incapace di miracoli».