Sistema fognario, Caracciolo (PD): «Oltre un milione di euro per convogliamento e stoccaggio acque»

Sistema fognario, Caracciolo (PD): «Oltre un milione di euro per convogliamento e stoccaggio acque»

Il consigliere regionale del Partito Democratico spiega cosa accadrà a Trinitapoli dopo il finanziamento della Regione

«La giunta regionale in seduta odierna ha inserito il progetto per la realizzazione di un sistema di gestione delle acque pluviali nel centro abitato di Trinitapoli tra quelli finanziabili con fondi POR Puglia Fesr 2014-2020 per una somma pari ad un milione e duecentomila euro». A spiegarlo è il consigliere regionale e presidente della II commissione “Affari Generali” della Regione Puglia Filippo Caracciolo.

«Nell’aprile 2018 – spiega Caracciolo – il comune di Trinitapoli ha inteso partecipare all’avviso POR Puglia 2014-2020 per un totale di 30 milioni di euro da investire nella tutela dell’ambiente, la promozione delle risorse naturali e culturali ed in particolare in interventi finalizzati alla realizzazione di infrastrutture per il convogliamento e lo stoccaggio delle acque pluviali. Proprio di questi interventi necessita l’abitato di Trinitapoli».

«Grazie al finanziamento accordato- prosegue il presidente della Commissione Affari Generali-verrà ampliato lo schema idrico di fognatura pluviale presso via Kennedy (angolo via dei Cappuccini) e quello in via F.lli Cervi (angolo Casal Trinità) nelle zone-sud est e sud ovest della città. I nuovi tronchi si svilupperanno per una lunghezza di 600 metri e 350 metri ed in corrispondenza dei due bacini verranno realizzati due nuovi impianti per il trattamento delle acque di prima pioggia. Prevista inoltre la realizzazione di un sistema di accumulo per il riutilizzo delle acque di dilavamento successive a quelle di prima pioggia».

«Grazie a questo intervento- conclude Caracciolo- verrà potenziato in maniera importante il sistema fognario della città di Trinitapoli risolvendo così un problema annoso e rispondendo in maniera concreta alle esigenze dei cittadini».