Quando è arrivato al timone della squadra, la vetta della classifica era distante otto punti. Giuseppe Scaringella, però, è riuscito a dare la scossa al suo Trinitapoli: tredici vittorie ed un pareggio in quattordici partite. Uno straordinario ruolino di marcia che ha permesso di scalare la graudatoria e raggiungere il primato. Valso, poi, al momento delle cristallizzazioni delle classifiche di tutti i campionati regionali, il successo nel campionato di Seconda Categoria, con un punto di vantaggio sul Palese.

Società seria e ben intenzionata a dar seguito al progetto vincente, quella del Trinitapoli. Che non si accontenta dell’approdo in Prima Categoria e sta valutando la possibilità di presentare domanda di ripescaggio in Promozione. L’intenzione di percorrere la strada del doppio salto di categoria non manca di certo.

Scaringella ha lasciato in Eccellenza e deciso di scendere in Seconda Categoria solo ed esclusivamente per sposare il progetto del presidente Di Benedetto. Il suo futuro potrebbe essere ancora sulla panchina del Trinitapoli.

Il servizio.