«Abbiamo assistito all’insediamento del nuovo Consiglio comunale e della neonata Giunta Losapio. Ovvio che avremmo voluto un differente esito delle elezioni amministrative.
Ma tant’è. La città ha votato ed ha scelto; ha scelto, però, di non cambiare. Molto probabilmente per la semplice ragione che la proposta politica messa in campo dalle forze di opposizione alla precedente amministrazione non è stata ritenuta all’altezza della sfida di proiettare Trinitapoli in un futuro di opportunità e di crescita civile». E’ quanto si legge in una nota del Partito Democratico di Trinitapoli.
«Infatti, la città in cui viviamo non ha bisogno solo di sviluppo economico, ma anche di coltivare i valori della tolleranza, della partecipazione e delle legalità. Indubbiamente, dopo che per molti anni la città è stata amministrata da forze di centrosinistra ritrovarsi, dopo quasi dieci anni di gestione Di Feo, ad assistere alla vittoria di un’altra maggioranza dichiaratamente di Destra, suscita parecchi interrogativi.
Ad ogni modo, da qui si deve ripartire. Il Partito Democratico di Trinitapoli intende dare il suo contributo per costruire, sin d’ora, un’alternativa democratica e progressista per la guida della città. Per fare ciò, tuttavia, abbiamo bisogno del contributo di tutti coloro i quali condividono i valori dell’inclusione, della trasparenza nella gestione della cosa pubblica, del rispetto delle regole e che certamente fanno della moderazione nel linguaggio un tratto distintivo del loro agire, ma che non transigono sui principi di uguaglianza e pari dignità fra i cittadini.
Facciamo appello, quindi, a chiunque voglia mettere a servizio della comunità in cui viviamo in po’ delle sue energie, un po’del suo tempo e, perché no, del suo entusiasmo. Quello che vi chiediamo non è solo l’adesione ad un partito, ma un atto di generosità verso la nostra città».